http://www.lovisolo.it/images/banners/2017_AgevolazioniSicurezza04.jpglink
http://www.lovisolo.it/images/banner16_agevolazioni06_lq.jpglink
http://www.lovisolo.it/images/banner_SV2015_02.jpglink
http://www.lovisolo.it/images/banner2016_ShowroomFL01.jpglink
http://www.lovisolo.it/images/banner_sicurezza02_low.jpglink

Aggiornamento detrazioni fiscali 2016

Ecco cosa cambia con la nuova proroga del 2016, in fondo all'articolo la nuova guida dell'agenzia dell'entrate aggiornata a marzo 2016.

Con la legge di stabilità 2016 (legge n. 208 del 28 dicembre 2015) sono state prorogate fino al 31 dicembre 2016 sia la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di efficientamento energetico e di adeguamento antisismico degli edifici, sia la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie.

L'agevolazione consiste in una detrazione dall'Irpef o dall'Ires ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.

In particolare, la detrazione, che è pari al 65% per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016, è riconosciuta se le spese sono state sostenute per:

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
  • il miglioramento termico dell'edificio (coibentazioni - pavimenti - finestre, comprensive di infissi)
  • l'installazione di pannelli solari
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Va segnalato che:

dal 1 gennaio 2017 il beneficio sarà del 36%, cioè quello ordinariamente previsto per i lavori di ristrutturazione edilizia la detrazione deve essere ripartita in dieci rate annuali di pari importo le spese sostenute prima del 6 giugno 2013 fruivano della detrazione del 55%
è aumentata dal 4 all'8% della percentuale della ritenuta d'acconto sui bonifici che banche e Poste hanno l'obbligo di operare all'impresa che effettua i lavori.

Restano in vigore i limiti di detrazione sino a 60.000€ per gli interventi di riqualificazione energetica, di seguito la nota della agenzia delle entrate.

Interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari, riguardanti strutture opache verticali, strutture opache orizzontali (coperture e pavimenti), finestre comprensive di infissi, fino a un valore massimo della detrazione di 60.000 euro. La condizione per fruire dell’agevolazione è che siano rispettati i requisiti di trasmittanza termica U, espressa in W/m2K, in un’apposita tabella (i valori di trasmittanza, validi dal 2008, sono stati definiti con il decreto del ministro dello Sviluppo economico dell’11 marzo 2008, così come modificato dal decreto 26 gennaio 2010). In questo gruppo rientra anche la sostituzione dei portoni d’ingresso, a condizione che si tratti di serramenti che delimitano l’involucro riscaldato dell’edificio verso l’esterno o verso locali non riscaldati e risultino rispettati gli indici di trasmittanza termica richiesti per la sostituzione delle finestre

 pdfLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO MARZO 2016

Leggi anche l'articolo completo sulle detrazioni fiscali 2015.

Ricordiamo che il nostro ufficio tecnico possiede le competenze interne per sviluppare e gestire le pratiche per la detrazione fiscale, per la sostituzione di infissi, richiedi un preventivo o contattaci.

Lovisolo

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn